Día 10 – Pasticciando

Nei tre campi che ho fatto al CAEF, mi è capitato di fare moltissime cose: dividere, impilare, contare e inventariariare qualsiasi tipo di indumento e medicinale; scartavetrare pareti con attrezzi improbabili; imbiancare muri sdraiata su tetti, con rulli poco funzionanti e fili della corrente sopra la testa; dormire da sola, per terra, in una stanza con 7 bambini da controllare; cambiare pannolini; travestirmi da mostriciattolo, aiutante della strega bianca di Narnia, indossando un vestito di carnevale per bambini di 12 anni; condividere il sacco a pelo con odiosi grilli e mille altre cose più o meno divertenti. Ma una cosa non mi è mai capitata: cucinare.
Non credo di aver mai neanche sbucciato una patata o pelato un pomodoro per il sugo di Titti. Ci pensavo durante la quarantena, quando mi destreggiavo, come tutti, tra lasagne, torte e stuzzichini per gli aperitivi su zoom.
Così, quando stavo raccogliendo i materiali per il campo a distanza, ho chiesto a mia cugina Irene, la pasticcera di famiglia, di aiutarmi a fare un video dove cucinavamo un dolce. Volevo provare ad entrare, anche se solo con l’immaginazione, in cucina con i bimbi del caef e, allo stesso tempo, cercavo un modo per coinvolgere Irene in questa parte di me che non sono mai stata in grado di raccontarle.
Il banana bread è stato per tutti, almeno per coloro che mi circondano e per quelli che seguo su Instagram, un punto fisso della quarantena, così abbiamo deciso di provare a farlo a casa mia e di proporlo ai bimbi. Ne è uscito un delirante pomeriggio tra ingredienti mancanti, tortiere sbagliate, cioccolato andato di traverso e la supervisione di mio fratello che, nonostante abbia rischiato di dar fuoco alla cucina qualche mese fa, ci è venuto in soccorso.
Il video che ne abbiamo tratto lo trovate su Youtube e la torta… Beh, dai.. Era tutto sommato ok. Qualcuno ha preso pure il bis. Comunque niente paura: al CAEF continuerò a scartavetrare muri e a tenermi alla larga dalla cucina!
Ginnypù

Video e attività proposte dai volontari per il giorno 10 del Campo a distanza

 

 


 

I bambini della Casa de Tuty all’opera!!

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *